ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Un "Trovatore" dal cast stellare incanta Salisburgo


musica

Un "Trovatore" dal cast stellare incanta Salisburgo

In partnership con

“Il Trovatore” di Giuseppe Verdi brilla in cartellone a Salisburgo quest’anno. Straordinario il cast, per un’opera dalle arie memorabili, che ne fanno una delle più popolari del repertorio.

Un’opera cupa, però, che parla d’amore e di vendetta, di madri arse al rogo, di fratelli rapiti e tragicamente ritrovati.

“Non aggiungo nulla dicendo che la trama del ‘Trovatore’ è di per sé una selva inestricabile, un po’ come ‘Simon Boccanegra’, però ci ha regalato una serie di numeri musicali uno più bello dell’altro”, afferma il direttore d’orchestra, Daniele Gatti.

A contendersi il cuore della bella Leonora, oltre al tenore, anche il baritono, il Conte di Luna, interpretato con la classe di sempre da Plácido Domingo.

“Sono passati trentanove anni dalla mia prima volta a Salisburgo – ricorda Domingo – l’anno prossimo festeggeremo il quarantesimo dal debutto in questo fantastico festival: fu col Maestro Karajan, nel 1975, col ‘Don Carlo’ di Verdi. Il mio entusiasmo e la mia energia sono sempre gli stessi – aggiunge – e io credo che a Leonora, se non si fosse innamorata di Manrico, forse non dispiacerebbe il Conte di Luna!”.

In questo nuovo allestimento, la musica regna sovrana, spiega il tenore, Francesco Meli: “Col Maestro Gatti abbiamo cercato di sfruttare i colori che Verdi chiede, che invece vengono spesso tralasciati. Più che sull’esposizione della vocalità, abbiamo cercato molto un’introspezione della parte musicale, che poi la scrive Verdi, non ci siamo inventati niente di incredibile!”.

Per Gatti, che di Verdi ha diretto tante opere, questo è il primo Trovatore: “Per fare Trovatore – afferma – occorrono quattro grandissimi cantanti: io aggiungo quattro grandissimi musicisti, perché debbono entrare in fondo all’elemento e al dato musicale nella purezza più evidente.”

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Ottant'anni di opera sui prati inglesi del Sussex

musica

Ottant'anni di opera sui prati inglesi del Sussex