ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq. Stato Islamico minaccia gli Usa dopo riconquista diga Mosul

Lettura in corso:

Iraq. Stato Islamico minaccia gli Usa dopo riconquista diga Mosul

Iraq. Stato Islamico minaccia gli Usa dopo riconquista diga Mosul
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti verranno colpiti ovunque nel mondo se i raid americani continueranno in Iraq. Lo Stato Islamico diffonde un video di minaccia contro gli Stati Uniti proprio mentre gli jihadisti subiscono un’importante sconfitta sul terreno.

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che in settembre presiederà una sessione speciale del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sulle mincacce degli jihadisti stranieri in Iraq e Siria, si è rivolto al popolo iracheno.

“Non dimentichiamo che lo Stato Islamico rappresenta una minaccia per l’intero popolo iracheno e per tutta la regione” ha detto Obama. “Pretendono di rappresentare i sunniti ma massacrano uomini, donne e bambini sunniti. Pretendono di essere gli oppositori delle forze straniere in Iraq ma reclutano combattenti stranieri in nome di un’ideologia basata sull’odio. Gli iracheni devono assolutamente ribellarsi e unirsi nel respingere gli estremisti fuori dai territori che occupano come sta accadendo alla diga di Mosul”.

La guerra di comunicazione avanza intatno anche da parte degli Stati Uniti: il Pentagono ha diffuso due video del bombardamento dei blindati dei militanti dello Stato Islamico nei pressi della diga di Mosul. Il bacino strategico sul fiume Tigri, una riserva d’acqua da 11.000 metri cubi, la più grande del Paese, è stata teatro di duri combattimenti tra i Peshmerga, coadiuvati dai raid americani, e i militanti islamici che controllavano fino a ieri l’area.