ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, risoluzione Onu contro i jihadisti dello Stato Islamico

Lettura in corso:

Iraq, risoluzione Onu contro i jihadisti dello Stato Islamico

Dimensioni di testo Aa Aa

Onu e Unione europea si mobilitano per la crisi in Iraq. In In una risoluzione approvata all’unanimità il Consiglio di Sicurezza Onu ha approvato un pacchetto di sanzioni contro sei esponenti dello Stato Islamico. Tra queste il congelamento dei conti bancari, ma anche il divieto a viaggiare. Misure restrittive saranno adottate anche contro chi finanzierà i miliziani jihadisti.

“Con questa risoluzione, che gli Stati Uniti hanno co-promosso, il Consiglio di Sicurezza invia un segnale forte a tutti gli stati affinché intervangano per interrompere il finanziamento dell’organizzazione e il reclutamento di miliziani all’estero che alimentano le violenzedello stato islamico, ma anche di al-Nusra in Iraq e nell’intera regione” ha affermato Samantha Power, ambasciatrice degli Stati Uniti presso l’Onu.

Da Bruxelles è arrivato invece l’ok dei alla fornitura di armi ai peshmerga curdi e all’assistenza umanitaria per le centinaia di migliaia di rifugiati. Spetterà ora ai singoli paesi membri decidere come intervenire.

Superata la crisi politica, l’Iraq si trova ora ad affrontare sfide ben più difficili. I miliziani dell’Isis avrebbero ucciso oltre 80 yazidi e rapito 100 donne in un villaggio nel nord del paese. 80,000 i rifugiati iracheni giunti nella provincia di Dohuk, al confine con la Turchia. Tutti sperano di lasciare il paese. Sulle montagne del Sinjar continua, invece, la lotta per la sopravvivenza degli yazidi ancora in fuga. 300 dei quali sarebbero morti per caldo e stenti negli ultimi giorni.