ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione in Ucraina per missione umanitaria russa che Kiev non vuole

Lettura in corso:

Tensione in Ucraina per missione umanitaria russa che Kiev non vuole

Dimensioni di testo Aa Aa

La cacofonia tra Russia e Ucraina continua più forte che mai nelle ore in cui i tir di Mosca – 3 chilometri di camion dell’esercito riproposti in una veste meno minacciosa e carichi d’aiuti umanitari secondo il Cremlino – sono in direttura d’arrivo alla frontiera con l’Ucraina. Per la Russia la missione umanitaria avrebbe l’accordo di Kiev.

“Abbiamo tenuto in considerazione le richieste ucraine per ogni fase di questa operazione, incluso il tragitto proposto da Kiev, benchè rappresenti un viaggio molto più lungo rispetto ad altri possibili percorsi” ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

Secondo il governo ucraino invece Mosca sta cercando un cavallo di Troia per preparare l’ invasione militare o portare armamenti nelle regioni orientali:

“Nel Donbass la Russia sta tentando di sfruttare l’argomento dell’aiuto umanitario, sono a corto di scuse per giustificare la loro aggressione” ha denunciato il Vice Ministro degli Esteri ucraino Danylo Lubkivsky.

Il convoglio dovrebbe arrivare in giornata al posto di frontiera Pletenivka-Shebekino. E mentre si moltiplicano gli avvertimenti a Mosca da parte di Europa e Stati Uniti, sul terreno l’esercito di Kiev annuncia di essere pronto a circondare la roccaforte separatista di Lugansk.