ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Lo sguardo" si spegne, Hollywood piange Lauren Bacall

Lettura in corso:

"Lo sguardo" si spegne, Hollywood piange Lauren Bacall

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla Walk Of Fame l’omaggio a una delle ultime icone dell’età d’oro di Hollywood, Lauren Bacall, morta martedì all’età di 89 anni.

Perfetta “femme fatale”, famosa per la sua voce profonda e soprannominata “The look”, lo sguardo, per la maniera di recitare tenendo la testa abbassata e gli occhi levati,cominciò la carriera di attrice giovanissima.

Fu il regista Howard Hawks a notarla, quando aveva appena 19 anni, sfogliando le pagine di una rivista in cui posava come modella. Bacall ha girato più di quaranta film, tra i quali “Come sposare un milionario”, con Marylin Monroe, “Assassinio sull’Orient Express”, ed è stata premiata con l’Oscar alla carriera.

Fu la quarta moglie di Humphrey Bogart, con il quale affermò di aver vissuto il più bel periodo della sua vita, 12 anni di matrimonio. Donna forte, in un’intervista disse però di essersi guadagnata il diritto di essere giudicata individualmente.

Con Bogart recitò in quattro film, tra i quali il “Grande Sonno”, diretto da Hawks e tratto dal romanzo di Raymond Chandler. Il regista concesse al suo personaggio più spazio rispetto al testo letterario, approfondendone la personalità vista la complicità tra i due attori che si era creata due anni prima nel film d’esordio della Bacall, “To have or to have not”, “Acque del sud” nella versione italiana, durante il quale era nato l’amore con Bogart.

I due condivisero anche l’impegno civile: nel 1947 si unirono al comitato per il primo emendamento per contestare il maccartismo.