ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: vince ancora Erdogan, il sultano di Ankara conquista il potere assoluto

Lettura in corso:

Turchia: vince ancora Erdogan, il sultano di Ankara conquista il potere assoluto

Dimensioni di testo Aa Aa

Cambia il sistema di voto, ma il vincitore è sempre lo stesso. Recep Tayyp Erdogan, 60 anni, è il nuovo presidente della Turchia.

Il sultano di Ankara, più forte degli scandali, con la sua vittoria detiene il record di longevità politica dopo Mustafa Kemal Ataturk, fondatore della moderna Turchia.

“Sono determinato a proseguire nella costruzione della Nuova Turchia nel ruolo di Presidente’‘, ha detto lo scorso 3 agosto di fronte a decine di migliaia di sostenitori radunati nel centro di Istanbul.

Il suo partito, l’Akp, ha vinto tutte le competizioni dall’ottobre del 2002. E nonostante le turbulenze durante dodici anni al potere, gli scandali e le critiche sulla deriva autoritaria e islamista, il leader del governo conservatore islamico resta il politico più popolare in Turchia.

Con Erdogan a capo del governo, Ankara ha beneficiato di una crescita economica lunga 10 anni. Il paese ha messo in ordine i conti, pagando i debiti ai creditori stranieri e rivalutando la lira turca.

Il suo esecutivo ha avviato i negoziati di adesione all’Unione europea, anche se ultimamente i rapporti con Bruxelles registrano una battuta d’arresto.

Erdogan è riuscito a imporre ai suoi sostenitori all’interno del paese e fuori l’immagine di un leader che conta nel mondo musulmano. Nonostante una serie di fallimenti diplomatici, come in Siria e in Egitto.

La conquista di Palazzo Cankaya, sulle colline di Ankara, costruito per Ataturk, spiana a Erdogan la strada verso controllo assoluto del paese. Ha già fatto sapere che presiederà le riunione del Consiglio dei Ministri. Diversi analisti prevedono che sceglierà un nuovo premier che non gli faccia ombra.