ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rosetta, un balzo nella storia dello spazio

Lettura in corso:

Rosetta, un balzo nella storia dello spazio

Dimensioni di testo Aa Aa

Rosetta ha fatto la storia. La sonda dell’Agenzia spaziale europea è entrata in orbita intorno alla cometa P67 Churyumov-Gerasimenko. E’ il primo oggetto fabbricato dall’uomo a raggiungere una cometa e destinato a toccarne il suolo.
“Siamo ora nelle condizioni di studiare questo incredibile tesoro che risale alla nascita del sistema solare – dice Mark McCauchrean dell’Esa -. Possiamo scavarlo e analizzare la materia che lascia dietro di sé. Possiamo apprendere cose finora inimmaginabili. Esserci arrivati dopo tanti anni è un grande successo per la missione”.
Durante il suo viaggio decennale, Rosetta ha dovuto evitare due asteroidi e ha stabilito un record di ibernazione: quasi mille giorni in cui la sonda è rimasta inattiva per conservare energia.
“Siamo entrati in una zona in cui nessuno ha mai volato – dice Paolo Ferri dell’Esa -. Nelle vicinanze di una cometa ci sono gas, c‘è polvere…non è tipico del volo spaziale e dobbiamo imparare come si vola lì. Le manovre delle prossime settimane saranno decisive”.
Tra le manovre che Rosetta si appresta a fare, c‘è il lancio di un modulo robotizzato che si poserà sulla cometa per analizzarne la superficie.
“Le comete sono come delle macchine del tempo – dice l’inviata di Euronews Monica Pinna -. All’interno hanno elementi risalenti a oltre 4 milardi e mezzo di anni fa. Gli scienziati, studiando le polveri e i gas presenti all’interno del nucleo, cercano di dare risposte sulla storia e l’evoluzione del sistema solare”.