ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Resa o fuga? Centinaia di soldati ucraini sconfinano in Russia

Lettura in corso:

Resa o fuga? Centinaia di soldati ucraini sconfinano in Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre 400 soldati ucraini in servizio nell’est del paese sconfinano in Russia. Circondati dai separatisti non avrebbero trovato altro mezzo che quello di rifugiarsi nel paese vicino.

I soldati ucraini, fra cui alcuni feriti, hanno chiesto di beneficiare del corridoio umanitario nella notte tra domenica e lunedì ha detto un responsabile regionale dei servizi di sicurezza russi.

Spiega un soldato ucraino: “C‘è stato un altro attacco e non avevamo scelta se non quella di ritirarci per ricevere cibo ed acqua non avevamo più niente”.

Kiev ammette che dopo un attacco durato quasi quattro ore è stato deciso di dividere la brigata. Un’unità ha sfondato l’accerchiamento e un’altra ha
coperto i compagni fino a che non ha finito le munizioni. Allora i soldati hanno distrutto i mezzi militari ancora funzionanti e si sono rifugiati in territorio
russo disarmati.

Le forze ucraine tentano di varie settimane di tagliare le linee tra i bastioni della rivolta filorussa Lugansk e Donetsk e la frontiera russo-ucraina, dalla quale i ribelli ricevono aiuti.