ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I jihadisti sunniti inarrestabili in Iraq

Lettura in corso:

I jihadisti sunniti inarrestabili in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

La minoranza curdofona degli Yazidis si è radunata a Erbil per chiedere aiuto all’Onu e al governo contro i miliziani sunniti. Centinaia di dimostranti provenienti dalla città di Sinjar, occupata dai jihadisti, hanno accusato le forze curde di non aver posto abbastanza resistenza contro i radicali sunniti.

“Facciamo appello a chiunque possa aiutarci perché le nostre famiglie stanno morendo. Non sappiamo cosa ne sarà di noi. Vecchi e bambini sono senza cibo e sono terrorizzati a morte dagli islamici. Siamo vittime di un massacro”.

I Jihadisti dello Stato Islamico hanno conquistato domenica la città di Sinjar, patria storica degli Yazidis. 200 mila persone hanno abbandonato la zona tanto da far temere all’Onu una catastrofe umanitaria. Mosul è già in mano ai miliziani, che continuano a guadagnare posizioni.

I combattenti del sedicente califfato sunnita hanno pubblicato un video in cui minacciano i soldati iracheni di esecuzioni sommarie in caso di cattura.

Il premier Nouri Al Maliki per far fronte alla situazione, e alle difficoltà dei Peshmerga, ha ordinato all’aviazione di intervenire in appoggio dei soldati curdi iracheni, bombardando le postazini dello Stato Islamico a Sinjar e nei dintorni.