ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Uzbekistan, internet sospeso per non far copiare gli studenti agli esami

Lettura in corso:

Uzbekistan, internet sospeso per non far copiare gli studenti agli esami

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinque ore di silenzio “internet”. Ma anche impossibilità di inviare sms e mms. Le autorità uzbeche avrebbero parzialmente sospeso, questo venerdì mattina, la connessione degli smartphone di tutti i cittadini, per impedire agli studenti di passare con l’inganno gli esami di accesso alle università.

Sempre più comune infatti l’utilizzo dell’escamotage di minicellulari nascosti nelle scarpe per superare con un “aiutino” i test di ingresso. Ecco il perché questa decisione, denunciata dai media uzbechi.

Solo le telefonate sono state possibili nella fascia oraria dalle 8.30 alle 13.30 locali (3.30-8.30 italiane), orari di inizio e fine della sessione d’esame. I due operatori telefonici principali del paese hanno comunicato l’interruzione del servizio in questo intervallo di tempo per lavori urgenti di manutenzione della rete di telecomunicazione.

Un fenomeno talmente diffuso quello dei minicellulari per barare ai test che sui cartelli affissi in alcuni negozi di telefonia a Tashkent, la capitale di questo paese dove più della metà dei 30 milioni di abitanti possiede uno smartphone, si può leggere questa frase: “Abbiamo esaurito tutti i nostri minitelefoni, usate la testa per passare gli esami”.