ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le dolci sentinelle aeree di Amburgo

Lettura in corso:

Le dolci sentinelle aeree di Amburgo

Dimensioni di testo Aa Aa

Un alveare in fondo ad una delle piste dell’aeroporto di Amburgo, Germania, ospita decine di migliaia di api che il costruttore di aeromobili Airbus utilizza per misurare i livelli di inquinamento. Il rombo degli aerei al decollo per i voli di prova non interrompe il labrioso ronzio che si percepisce dalla scatole verdi.

VOLKER HASE, ESPERTO AMBIENTALISTA DI AIRBUS: “Gli aspetti ambientali svolgono un ruolo chiave e queste api sono un fattore importante nel traciare il nostro impatto sulla natura”.

Volando su di un’area di 12 km quadrati le api raccolgono il nettare nell’aera dell’aeroporto e forniscono preziose informazioni biologiche sulla presenza dei metalli ed altri agenti chimici nell’area. Il processo è stato definito biomonitoraggio e prevede che il miele raccolto venga analizzato in un laboratorio locale indipendente per capire i livelli di inquinamento. I risultati dei test sembrano incoraggianti.

EBERHARD SCHAEDLICH, APICULTORE:
“I risultati sono molto interessanti e per fortuna l’inquinamento risulta ben al di sotto dei limiti autorizzati per i prodotti alimentari”.

In totale, le decine di migliaia di api di questi alveari producono più di 160 kg. di miele l’anno, che viene regalato a clienti, fornitori e dipendenti di Airbus.