ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza, la notte piú violenta

Lettura in corso:

Gaza, la notte piú violenta

Dimensioni di testo Aa Aa

Incessante la serie di bombardamenti che nella notte ha colpito la Striscia di Gaza.
Il cessate il fuoco incodizionato imposto dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU è saltato dopo poche ore.

Hamas ha accusato Israele di aver colpito l’ospedale Shifa, a Gaza, ieri, mentre Israele ha negato, puntando il dito ancora verso Hamas.

Questa notte sotto le bombe è finita la casa di uno dei suoi capi, Ismail Haniyeh. La casa dell’ex premier era vuota.
Colpita dai missili israeliani anche l’unica centrale elettrica di Gaza, andata a fuoco.

Nel mirino sono finiti anche i locali della televisione e della radio di Hamas.

Nei nuovi raid dell’aviazione dello Stato Ebraico sarebbero morti 26 palestinesi, tra cui almeno 9 donne e 4 bambini.
Cinque soldati israeliani sono stati uccisi nei combattimenti con un commando palestinese, che stava tentando di infiltrarsi in un tunnel a Nahal Oz, vicino la frontiera con Gaza.

Ammontano così a 53 i militari morti dall’inizio dell’operazione israeliana. Il totale delle vittime sale a 1.113.