ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fine della tregua, raid israeliani e morti nella notte a Gaza

Lettura in corso:

Fine della tregua, raid israeliani e morti nella notte a Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il miraggio di tregua che si era proiettato negli ultimi giorni su Gaza svanisce nella notte con l’avvio di nuovi raid israeliani, preannunciati dall’avvertimento ai cittadini della Striscia di abbandonare le aeree attorno alla città di Gaza.

Nei nuovi bombardamenti dell’aviazione dello Stato Ebraico sarebbero morte, durante la notte, almeno 17 persone tra cui 4 bambini. Sette, secondo fonti mediche, le vittime dei raid vicino al valico di Rafah. Tra gli obiettivi israeliani anche l’abitazione, a Gaza, del leader di Hamas Ismail Haniyeh, andata distrutta senza che vi fossero vittime. Non appena diffusa la notizia del bombardamento della casa di Haniyeh 3 razzi sono stati lanciati da Hamas verso Israele.

Ma nel pomeriggio di ieri una nuova strage di bambini ha insanguinato la Striscia: 10 le vittime, 8 delle quali bambini che giocavano in un parco. L’esercito israeliano rigetta l’accusa e addossa la responsabilità ad un razzo lanciato da Hamas.

“C’erano almeno 7 bambini che giocavano” dice un testimone. “Sono stati colpiti, sono morti sul posto. Altri 3 uomini che si trovavano sul posto sono stati colpiti. I bambini giocavano, si divertivano. Li hanno uccisi nel giorno di Eid” racconta.

Secondo diversi testimoni sarebbero stati gli F-16 israeliani ad aprire il fuoco uccidendo il gruppo di bambini. Israele afferma invece che numerosi razzi di Hamas ricadono su Gaza. Le vittime palestinesi dall’inizio delle operazioni militari israeliane, scattate lo scorso 8 luglio, sono circa 1.100.