ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Volantinaggio mirato, Israele cambia stategia

Lettura in corso:

Volantinaggio mirato, Israele cambia stategia

Dimensioni di testo Aa Aa

Ventuno giorni di conflitto armato. Ventuno giorni che oggi dovrebbero prendere una piega diversa.

Dopo il cessate il fuoco senza condizioni e immediato imposto dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu va scemando l’azione armata.

La strategia cambia direzione: Israele lancia sulla città di Gaza migliaia di volantini. Sopra ci sono i nomi degli uomini di Hamas e dei loro alleati, uccisi dai militari.

La popolazione non apprezza.

Loay Hamad, residente a Gaza: “Sciocchezze. Stanno cercando di intimorirci, ma non ci riescono. Tutto questo è pietoso, non ha alcun valore per la gente. Nessuno è spaventato, neanche i bambini. Lasciamoli fare ciò che vogliono”.

Qualcuno dice di aver ricevuto persino delle telefonate anonime, in cui in arabo si avvertiva: “Ascolta Hamas, se sei ancora vivo, devi sapere che se continuerai, noi rispondremo e lo faremo in modo violento”.

Intanto, è calma apparente di mezzi e di uomini che, per il momento, parla ancora di tregua.