ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

MH17. Scatole nere cruciali per le indagini

Lettura in corso:

MH17. Scatole nere cruciali per le indagini

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano le 17.15 ora ucraina di giovedì scorso quando si sono persi i contatti radar con il volo MH17 della Malaysia Airlines. Cos‘è succeso veramente? L’aereo era fuori rotta, o è stato deliberatamente abbattuto?

Lo schianto è avvenuto non lontano da Donetsk vicino alla frontiera con la Russia. Militari di Kiev e separtisti filorussi hanno iniziato ad accusarsi a vicenda. I servizi di sicurezza ucraini hanno annunciato di avere intercettato delle conversazioni telefoniche in cui funzionari dei servizi russi e un comandante dei ribelli ammetterebbero il loro coinvolgimento nell’abbattimento dell’aereo.

Anche il Presidente americano Obama che punta il dito contro i separatisti filorussi.“Le prove indicano che l’aereo è stato abbattuto da un missile terra-aria lanciato da una zona nell’Ucraina dell’est controllata dai ribelli.Sappiamo che i separatisti ricevono un forte sostegno da parte della Russia.”

Al momento mancano prove certe ma l’ipotesi più accreditata è che sia stato usato un sistema missilistico di tipo Buk: missili terra-aria, sviluppati dall’ex Unione Sovietica e in grado di neutralizzare bombe intelligenti, aerei, elicotteri e droni.

Kiev accusa Mosca e Mosca rispedisce al mittente le accuse:“Nessuno ha il diritto di utilizzare questa tragedia per raggiungere i propri obiettivi politici. Eventi simili non deve dividere, ma unire le persone-ha dichiarato il capo del Cremlino Putin”.

Riunioni d’urgenza in Ucraina, summit dei funzionari della Difesa russa, e pressing della comunità internazionale che chiede a Mosca di collaborare. Intanto proseguono le indagini sul campo mentre le scatole nere restano la chiave di tutto. “Fino a quindo non avremo tutti questi dati, compresi quelli dell’inchiesta e delle scatole nere del Boeing- fa sapere un analista- non saremo in grado di dare nessuna risposta.”

I dato sono stati inviati anche ad esperti del Regno Unito e agli inquirenti olandesi, che coordineranno l’inchiesta internazionale sulle cause dello schianto.