ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Schianto MH17, corpi nei convogli refrigerati: non si sa quando partiranno

Lettura in corso:

Schianto MH17, corpi nei convogli refrigerati: non si sa quando partiranno

Dimensioni di testo Aa Aa

I corpi di alcune vittime del volo MH17 della Malaysia Airline sono stati caricati su questi convogli refrigerati. Ma non si sa quando il treno si muoverà dalla città di Torez, che si trova a diversi chilometri dal luogo dello schianto al confine tra Ucraina e Russia.

“Stiamo aspettando – racconta un separatista di guardia – ci siano tutti i corpi per rimpatriarli. Non appena ci saranno, il treno partirà”.

La zona dell’incidente resta sotto il controllo dei filo-russi e monta l’indignazione dei leader europei che fanno appello a Mosca, temono una falsificazione delle prove e criticano il mancato controllo del sito:

Mark Rutte, premier olandese: “Frans Timmermans, il ministro degli Esteri,
si sta recando a New York per consultazioni con le Nazioni Unite e i membri del Consiglio di Sicurezza per assicurarsi si svolga un veloce rimpatrio ed emerga la verità sugli orribili fatti relativi al volo MH17. Tutto questo sarebbe già dovuto accadere 2 giorni fa ma stiamo lavorando per assicurare un veloce rimpatrio”.

Si infittisce il mistero delle scatole nere:
con una nuova presunta intercettazione fatta filtrare dall’intelligence di Kiev, spunterebbe un
ordine di farle sparire, dato da Mosca ai separatisti. I ribelli si sono detti pronti a consegnarle agli esperti internazionali.