ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

MH17, la rabbia degli olandesi. Ridateci i corpi dei nostri cari

Lettura in corso:

MH17, la rabbia degli olandesi. Ridateci i corpi dei nostri cari

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la rabbia degli olandesi contro Mosca. A tre giorni dal disastro aereo, i corpi delle vittime diventati una “questione diplomatica” non sono ancora rientrati in patria.

All’aeroporto di Amsterdam dove amici, parenti delle vittime, ma anche semplici passeggeri, continuano a lasciare fiori in loro ricordo, monta la protesta contro le condizioni di volo.

“Volo ogni settimana, mi capita spesso di attraversare aree problematiche” afferma un pilota olandese” Si da per scontato che ci sia un certo standard nei controlli. Che tutto sia sicuro. Ma evidentemente non è cosi. Anche questo deve far riflettere”.

“E’ stata giusta la reazione dei nostri politici” ammette una ragazza olandese appena atterrata ad Amsterdam “Sono stati impossibilitati a far luce su quello che è successo davvero. Era giusto dare una posizione obiettiva”.

Il premier olandese Mark Rutte ha chiesto a Vladimir Putin di assumersi le sue responsabilità agevolando l’avvio dell’indagine internazionale. Stessa richiesta avanzata dalla Gran Bretagna.