ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: delegazione esperti OSCE arriva su luogo incidente, ma deve ripartire per minacce

Lettura in corso:

Ucraina: delegazione esperti OSCE arriva su luogo incidente, ma deve ripartire per minacce

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati sul luogo della schianto aereo del Boeing malese, gli osservatori internazionali dell’OSCE incaricati di monitorare le indagini in Ucraina orientale.

Una missione fra imponenti misure di sicurezza perché la zona non è certo sicura e si trova nel cuore di un territorio controllato dai separatisti filorussi. Ma la comunità internazionale non vuole più aspettare. Obama ha chiamato la cancelliera tedesca Merkel per discutere di ulteriori sanzioni contro la Russia accusata di sostenere logisticamente i separatisti.

Nel pomeriggio, per bocca del suo leader, la delegazione OSCE credeva di aver ottenuto accesso illimitato al sito dell’incidente. Una visita in realtà durata appena un’ora e mezza prima di lasciare il luogo per le minacce dei ribelli.

Gli esperti dovrebbero tornare oggi, sabato, per un nuovo sopralluogo.

Secondo Kiev i separatisti, arrivati per primi sul posto, con un’opera di scacallaggio si sarebbero appropriati delle carte di credito di alcuni dei morti: “Abbiamo intercettato delle comunicazioni secondo cui vogliono ritirare denaro da quelle carte di credito”, dice un portavoce del ministero dell’interno ucraino. “I ribelli pensano di usarle nella Federazione russa per sottrarre fondi da quei conti. Chiediamo alle famiglie delle vittime di bloccare quelle carte di credito”.

Intanto l’agenzia europea per la sicurezza aerea, l’Aesa ha raccomandato alle compagnie aeree di evitare il sorvolo dell’Ucraina orientale e della Crimea. Adesso quello spazio aereo è virtualmente chiuso al volo civile a qualsiasi altitudine.