ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boeing precipita nell’Ucraina dell'est: oltre 300 i passeggeri a bordo. Kiev: ''Atto terroristico''

Lettura in corso:

Boeing precipita nell’Ucraina dell'est: oltre 300 i passeggeri a bordo. Kiev: ''Atto terroristico''

Dimensioni di testo Aa Aa

Un Boeing 777 della Malaysia airlines MH17 è precipitato nell’est dell’Ucraina, vicino al confine con la Russia. Era partito da Amsterdam e diretto a Kuala Lumpur, trasportava oltre 300 tra passeggeri e membri dell’equipaggio che sono tutti morti. Il volo era decollato alle 12.14 da Amsterdam e l’arrivo a Kuala Lumpur era previsto domani alle 6.10 (ora locale).

L’aereo, stando a quanto riferito dalle agenzie di stampa russe Interfax e Itar-Tass, sarebbe scomparso dai radar a diecimila metri di altezza e si sarebbe schiantato nei pressi della città di Shiaktiorsk, 40 chilometri a est di Donetsk, in piena zona di combattimenti. L’aereo avrebbe cominciato a perdere quota circa 50 chilometri prima di entrare nello spazio aereo russo e precipitare in territorio ucraino. Su Twitter la compagnia aerea ha scritto di ‘‘aver perso’‘ i contatti con il volo MH17 precisando che l’ultima posizione registrata era nello spazio aereo ucraino. L’amministrazione regionale di Donetsk ha precisato, attraverso un comunicato, che l’aereo è precipitato in una zona controllata dai separatisti filo-russi. Un gruppo di soccorritori del Ministero per le situazioni di emergenza ucraino si è recato immediatamente sul posto.

Ed è subito scambio di accuse pesatissime tra Kiev e Mosca. L’aereo è stato abbattuto da “un atto terroristico” secondo il presidente ucraino Poroshenko che ha subito avviato “un’inchiesta”, richiesta anche dal premier malese, Najib Razak.

Secondo quanto riportato da Interfax ‘‘l’aereo è stato abbattuto da un missile terra aria’‘. Un consigliere del ministero dell’Interno di Kiev ha detto che l’aereo della Malaysia airlines è stato abbattuto da un missile Buk terra-aria di fabbricazione russa, puntando il dito sui separatisti filorussi in Ucraina. Il velivolo precipitato oggi è dello stesso modello del volo Mh370 precipitato l’8 marzo scorso con a bordo 239 tra passeggeri ed equipaggio.

La Russia ha immediatamente negato qualunque coinvolgimento nella caduta del velivolo. ‘‘Non siamo stati noi’‘, ha detto ai giornalisti a New York l’inviato russo alle Nazioni Unite, Vitaly Churkin. I separatisti filorussi smentiscono ogni responsabilità affermano di non essere in possesso di strumenti di difesa anti-aerea in grado di colpire obiettivi a diecimila metri di altezza.