ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: scattata l'offensiva di terra israeliana

Lettura in corso:

Gaza: scattata l'offensiva di terra israeliana

Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe di terra israeliane sono penetrate nella Striscia di Gaza: carri armati e fanteria sono entrati da diverse parti, è un’operazione che ormai era nell’aria da tempo.

Per Israele, la decisione è stata presa dal Consiglio di Sicurezza in seguito al rigetto da parte di Hamas delle proposte di tregua egiziane.

In giornata si era tenuta una tregua umanitaria di cinque ore, al termine della quale era ripresa l’offensiva aerea, che ha portato il numero delle vittime a più di 240, e tra queste altri quattro bambini. L’offensiva terrestre è stata preceduta anche da un intenso cannoneggiamento.

La prima reazione delle Brigate Ezzedin Al Qassam, braccio militare di Hamas, è di sfida: “aspettavamo con ansia questa operazione di terra per impartire una lezione a Israele”, si legge in un comunicato.

Lo scopo dell’offensiva non è rovesciare Hamas, ha precisato un portavoce militare israeliano, ma annientare le infrastrutture da cui partono i razzi verso Israele, e i tunnel come quello dal quale sono stati visti uscire tredici miliziani di Hamas, colpiti prima che potessero completare la loro operazione in territorio israeliano.

Successivamente a quel tentativo, è stato lo stesso premier israeliano, Benjamin Netanyahu, a dare l’ultimo via libera all’operazione di terra.

Tra la popolazione civile di Gaza è il panico: molti avevano già lasciato le loro case, hanno cercato riparo in scantinati e altri rifugi di fortuna.