ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare iraniano: verso un prolungamento dei negoziati

Lettura in corso:

Nucleare iraniano: verso un prolungamento dei negoziati

Dimensioni di testo Aa Aa

Trattativa sul nucleare iraniano a Vienna; si va verso un prolungamento dei negoziati. Vista la complessità delle questioni affrontate, i rqppresentanti di Teheran e dei 5 paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza più la Germania, stanno decidendo di superare la data limite prevista del 20 luglio.

il ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha parlato di colloqui interessanti e della necessità che anche Washington faccia passi avanti politici,accettando nuove soluzioni.

L’Iran sarebbe pronto a congelare per diversi anni la propria capacità di produrre combustibile nucleare, in cambio di un alleggerimento graduale delle sanzioni, una proposta che finora non era mai stata avanzata.

Il segretario di stato americano John Kerry ha riconosciuto che sono stati fatti tangibili progressi. Ma su certi temi chiave c‘è stallo, come sulle centrifughe per l’arricchimento del combustibile. Per gli Stati uniti l’Iran ne possiede troppe.

Teheran sarebbe pronto a fare concessioni a patto che al paese venga data l’assicurazione che dopo un periodo prestabilito di congelamento della situazione, l’Iran possa essere trattato
come ogni altra Nazione, ossia che gli venga riconosiuto il diritto allo sfruttamento dell’energia nucleare per usi civili.

L’Iran è un importante produttore di idrocarburi, ma possiede anche grandi giacimenti di uranio e, in vista dell’avvicinamento del picco petrolifero, intende poter diversificare la propria produzione energetica.

La comunità internazionale teme invece che l’obiettivo della Repubblica islamica sia quello di dotarsi dell’arma atomica.