ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A Cannes vento d'Azerbaïdjan


Cultura

A Cannes vento d'Azerbaïdjan

Per qualche giorno l’Azerbaïdjan approda a Cannes. In occasione delle giornate culturali dedicate a questo paese diverse proposte come concerti ed eventi, una mostra con tema “Azerbaïdjan paese delle tradizioni e dell’avvenire” hanno avuto luogo.

Nathanaël Becker, promotore dell’Azerbaidjan:
“L’esposizione è scandita in 3 parti fra tradizione e modernità. All’inizio, nella sezione centrale, ci sono tappeti, manufatti tradizionali, strumenti musicali, ceramiche che permettono di comprendere questa cultura”.

Nathanaël Becker:
“Una sezione della mostra è una retrospettiva del poeta e pensatore Nizami Gandjavi, poeta e filosofo del XII secolo che ha molto influenzato il Caucaso e l’Islam del suo tempo, di fatto esistono molti elementi che consentono d’illustrare le sue poesie e di ritornare all’ambiente dell’epoca”.

Nizami è l’autore del Khamseh cioè i 5 poemi che ispirandosi alla storia di Persia la traducono in leggende popolari.

Sono esposte anche le opere di Khalida Safarova e di Kamil Najafzade.

Nathanaël ha parlato inoltre della sezione piu’ contemporanea con due pittori che sono riusciti a passare la frontiera negli anni sovietici e che hanno potuto riferire la loro interpretazione della Francia attraverso la cultura dell’ Azerbaïdjan in tele degli anni 60 e 90.”

La mostra resta aperta fino al 31 luglio.

Le giornate si sono concluse con un défilé di moda che pure rappresenta la tradizione e la modernità sotto la guida dello stilista italiano Renato Balestra.

Anche in paserella sono stati svolti 3 temi in relazione alle 3 influenze simbliche, quella dei tappeti, del melograno, e della fiamma simbolo del paese.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Olanda: un sistema educativo, molti metodi

learning world

Olanda: un sistema educativo, molti metodi