ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina dell'est, l'orfanotrofio ridotto in macerie dai combattimenti

Lettura in corso:

Ucraina dell'est, l'orfanotrofio ridotto in macerie dai combattimenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Siamo vicino a Sloviansk. Queste macerie sono quelle di un orfanotrofio colpito durante gli ultimi combattimenti tra i ribelli filorussi e l’esercito ucraino. Nessuno dei bambini ospiti, trasferiti a maggio in città più sicure, è rimasto ferito. La manager dell’orfanotrofio, parla a Euronews del suo desiderio di tornare alla normalità e poter continuare l’attività a sostegno degli orfani.

“Quello che voglio di più, ora, è che la guerra finisca e che nessuno più debba morire. E’ chiaro che quello che è successo andrà sistemato in un modo o nell’altro, chi sarà ritenuto responsabile se ne dovrà occupare”.

Per il momento è lo stesso personale, aiutato dai soldati ucraini, che si occupa della ricostruzione.

“C‘è una commissione che sta investigando per capire chi abbia distrutto l’edificio e bombardato questa zona. Quello che posso dire è che ci sono stati diversi conflitti a fuoco, e che i terroristi stessi hanno sparato. Ma non potrei negare che gli ucraini non abbiano risposto al fuoco a loro volta”, spiega il portavoce dell’operazione ucraina antiterrorismo.
Continua intanto il lavoro delle squadre di artificieri dell’esercito ucraino per recuperare e disinnescare le mine piazzate dai separatisti.