ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lutto e violenza a Gerusalemme ai funerali del ragazzo palestinese

Lettura in corso:

Lutto e violenza a Gerusalemme ai funerali del ragazzo palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata di lutto, ma anche di violenza, a Gerusalemme. A margine del funerale del ragazzo palestinese rapito e ucciso per vendetta, non sono mancati gli scontri.

La rabbia è scoppiata immediatamente, come era prevedibile.
Pietre da una parte, pallottole di gomma e lacrimogeni dall’altra.

“Vogliamo manifestare la nostra solidarietà alla famiglia del ragazzo ucciso dai coloni israeliani. Era un adolescente, non ha fatto del male nè a Israele nè a nessun altro”.

La sollevazione palestinese per la fine tragica del sedicenne potrebbe dare la stura a una nuova stagione di violenza.

“L’uccisione di Mohamed Abu Khdeir ha risvegliato dei demoni, nel quartiere di Shuafat, a Gerusalemme. Dalla seconda intidada, 13 anni fa, non si tirano più pietre, ma nelle ultime 72 ore questo quartiere è stato l’epicentro
della lotta contro l’occupazione israeliana”.