ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medioriente: scontri a Gerusalemme est dopo il ritrovamento del corpo di un giovane palestinese

Lettura in corso:

Medioriente: scontri a Gerusalemme est dopo il ritrovamento del corpo di un giovane palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di giovani arabi sono scesi in strada a Gerusalemme est tirando pietre contro le forze di polizia israeliane. Non poteva farsi attendere la reazione alla scoperta del corpo del diciassettenne palestinese scomparso martedì notte. Negli scontri non ci sarebbero stati feriti gravi. Mohammed Abu Khdeir potrebbe essere stato vittima di un sequestro vendetta condotto da gruppi dell’estrema destra israeliana, secondo la stampa locale.

I familiari raccontano che vari testimoni hanno visto il ragazzo mentre veniva costretto a salire su un’auto nel quartiere di Beit Hanina. Alcuni residenti avrebbero anche tentato di seguire la macchina senza riuscirvi.

Il corpo di Mohammed Abu Khdeir è stato trovato in una foresta nella parte occidentale di Gerusalemme. Il portavoce del Governo israeliano:

“Il Premier Netanyahu ha istruito la polizia in modo che l’indagine venga condotta rapidamente con l’obiettivo di scoprire la verità il più presto possibile. Ha anche chiesto a tutti di non farsi giustizia da sé e di non interferire con l’inchiesta”.

Martedì Netanyahu aveva partecipato ai funerali dei tre studenti israeliani scomparsi in Cisgiordania il 12 giugno e ritrovati lunedì sera vicino a Hebron. In 18 giorni di ricerche a tappeto, la polizia israeliana ha arrestato oltre 400 palestinesi. Cinque sono rimasti uccisi negli scontri.