ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Veermer torna a casa, riapre dopo i restauri il Mauritshuis

Lettura in corso:

Veermer torna a casa, riapre dopo i restauri il Mauritshuis

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scrigno del Mauritshuis riapre dopo due anni di lavori che hanno ridato al museo de L’Aja lo splendore seicentesco originario. E torna a casa dopo una tournée mondiale, che ha fatto tappa anche in Italia, il pezzo più noto della collezione, “La ragazza con l’orecchino di Perla”, dipinto da Johannes Vermeer nel 1665.

“La ragazza con l’orecchino di perla, chiamata sempre più spesso “la Monna Lisa del Nord” è l’icona del Mauritshuis, non lo si può negare”, afferma la direttrice Emilie Gordenker. “E’ famosa in tutto il mondo, è stata la grande ambasciatrice del tour mondiale. Ma vediamo che la gente che viene ad ammirarla resta anche per le altre opere”.

Il Mauritshuis ospita infatti circa 800 opere dell’età d’oro olandese, che copre tutto il seicento, tra le quali “La lezione di anatomia” di Rembrandt, “Scena notturna” di Rubens,“Il cardellino” di Carel Fabritius, “Il toro” di Paulus Potter.

Il restauro e l’ampliamento del Mauritshuis, ex residenza del conte Johan Maurits van Nassau Siegen, governatore del brasile, opera degli architetti Jacob Van Campen e Pieter Post, sono costati circa 30 milioni di euro. L’edificio classico è stato collegato a un palazzo art déco che ospita una biblioteca e spazi espositivi.

www.mauritshuis.nl/en/explore/the-collection