ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Poroshenko: "Stop tregua, attaccheremo i ribelli"

Lettura in corso:

Ucraina, Poroshenko: "Stop tregua, attaccheremo i ribelli"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze armate ucraine hanno ripreso l’offensiva contro i miliziani separatisti nell’est del Paese dopo la decisione del presidente Petro Poroshenko di non prorogare il cessate il fuoco.

La decisione del capo dello stato è arrivata dopo un lungo colloquio telefonico a quattro tra Poroshenko, la cancelliera tedesca Merkel e il presidente francese Hollande.

Sul terreno, intanto, continua a essere molto tesa la situazione di località come Donetsk, dove si continuano a registrare sparatorie e violenze.

La popolazione civile è smarrita:

“Non so chi combatte chi… Noi siamo in mezzo, abbiamo paura… Ci sono almeno 150 persone nelle sale degli ospedali, e ci sono persone anziane… Ecco, si sente da qui che stanno sparando ancora…”

Il presidente Poroshenko ha confermato l’avvio di una offensiva militare contro i separatisti.

“Attaccheremo e liberemo la nostra terra. La mancata proroga del cessate il fuoco è la nostra risposta ai terroristi, ai ribelli, ai malfattori, a tutti coloro che torturano i civili, che pralaizzano l’economia nazionale, che impediscono il pagamento delle pensioni e dei salari, che fanno esplodere stazioni ferroviarie e distruggono gli acquedotti, coloro che negano alla gente una vita normale”.

Il bilancio della giornata rimane pesante: secondo la stampa russa a Kramatorsk, una città dell’Ucraina orientale, sono stati uccisi sette civili ed altri sette sono rimasti feriti.