ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner Mondiali: Francia-Germania ai quarti, Nigeria e Algeria a testa alta

Lettura in corso:

The Corner Mondiali: Francia-Germania ai quarti, Nigeria e Algeria a testa alta

Dimensioni di testo Aa Aa

Benvenuti a The Corner speciale Coppa del Mondo 2014.

Francia e Germania soffrono, ma passano

Francia e Germania proseguono il loro cammino in Brasile, volando ai quarti di finale, grazie ai successi ottenuti rispettivamente con Nigeria e Algeria. Andiamo a vedere cos‘è successo, partendo dall’incontro di Brasilia, uno dei piu’ combattuti visti finora.

La Francia batte la Nigeria per 2-0, in un incontro nel quale lo spettacolo non è mancato di certo. E’ Paul Pogba a risolvere il match al 79esimo, beffando il portiere africano Enyeama, fino a quel momento autore di un’ottima prestazione. Un autogol di Yobo nei minuti finali chiude definitivamente i giochi sul 2-0, con i Bleus che volano per la settima volta nella loro storia ai quarti della rassegna iridata.

La nazionale guidata da Joachim Loew si impone a Porto Alegre sull’Algeria, per 2-1 ai tempi supplementari. Dopo aver chiuso i primi 90 minuti in perfetto equilibrio, con diverse occasioni per parte, è l’attaccante del Chelsea Schurrle a sbloccare il risultato. Ozil raddoppia e Djabou segna il gol della bandiera. Le volpi del deserto sono cosi’ costrette a tornare a casa, ma a testa alta.

L’Argentina alla prova Svizzera, gli Stati Uniti affrontano il Belgio

Questa sera scopriremo i nomi delle ultime due nazionali qualificate per i quarti di finale. Tra Argentina, Svizzera, Belgio e Stati Uniti solo due proseguiranno il loro cammino, avvicinandosi sempre piu’ alla tanto ambita Coppa.

All’Arena Corinthians di San Paolo va in scena Argentina-Svizzera, con i sudamericani che partono in vantaggio. 9 punti conquistati nella fase a gironi, anche se il gruppo non era di certo dei piu’ impegnativi, rassicurano il ct Sabella, che dovrà pero’ fare a meno del Kun Aguero, infortunato.

A parte il k.o. subito dalla Francia, la Svizzera ha ben cominciato il suo cammino in Brasile, trovando due importanti successi. Gli elvetici di Hitzfeld sognano di tornare ai quarti di finale dopo 60 anni d’assenza. Non ci saranno in campo il difensore Von Bergen e l’attaccante Gavranovic, entrambi infortunati.

L’ultimo di questi ottavi di finale si disputerà invece all’Arena Fonte Nova di Salvador, tra Belgio e Stati Uniti. I Diavoli Rossi hanno chiuso il Girone H a punteggio pieno, ma non hanno completamente convinto, se non per le scelte del ct Wilmots. Il tecnico belga avrà solo un giocatore indisponibile, lo squalificato Defour.

Negli Stati Uniti, viste le performances fin qui della nazionale in Brasile, hanno riscoperto l’amore per il calcio, o il soccer come lo chiamano da quelle parti. Secondi nel girone, gli americani hanno finora fatto una buona impressione e l’esperienza di Jurgen Klinsmann sulla panchina ha fatto la differenza.

Pronostici

Vediamo ora insieme come finiranno, secondo noi, gli incontri di questa sera. Potete essere d’accordo o meno. Fatecelo sapere, commentando e inviando i vostri pronostici sui social networks, usando l’hasthtag #TheCornerScores.

La maggioranza ha stabilito che sarà la Svizzera a passare il turno. Personalmente credo che Messi possa fare la differenza e regalare la qualificazione all’Argentina. Tra Belgio e USA, invece, avrà la meglio la nazionale a stelle e strisce.

Caramelle amare per i sudcoreani, grande festa in Cile

Le squadre eliminate dalla competizione stanno rientrando una a una a casa. Solo che l’accoglienza è diversa da Paese a Paese. Vediamo come i tifosi hanno ricevuto le nazionali di Corea del Sud e Cile.

Il ritorno in patria dei sudcoreani non è stato dei piu’ felici. Delusi dalle prestazioni della loro nazionale, alcuni supporters hanno atteso i giocatori all’aeroporto di Seoul e, durante la foto di rito, hanno lanciato loro addosso delle caramelle. Un gesto che in Corea del Sud ha la valenza di un insulto.

Tutt’altro tipo di accoglienza hanno ricevuto invece i giocatori del Cile, al rientro a Santiago. Visti come degli eroi, per aver eliminato la Spagna ed avere affrontato a testa alta il Brasile, sono stati ricevuti da una folta folla di tifosi in festa. Poco conta l’aver chiuso il loro cammino ai rigori contro i padroni di casa. La squadra è una delle migliori della storia del Paese sudamericano.

Anche per oggi è tutto. Restate con noi, per un’altra tappa del nostro viaggio in Brasile.