ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Netanyahu, "noi moralmente superiori a quegli assassini"

Lettura in corso:

Israele: Netanyahu, "noi moralmente superiori a quegli assassini"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Loro celebrano la morte, noi la vita: dai nostri nemici ci separa un abisso morale”, ha detto Benjamin Netanyahu: il premier israeliano ha preso la parola a Modin, non lontano da Tel Aviv, per i funerali dei tre ragazzi rapiti il 12 giugno e trovati morti nelle scorse ore. Israele ha subito accusato Hamas del sequestro, e ricerca due presunti membri dell’organizzazione che negli ultimi anni ha governato la Striscia di Gaza.

“Questi assassini dall’atrocità smisurata e senza limiti morali non hanno rispettato il comandamento che vieta di alzar le mani sui bambini”

Dopo Netanyahu ha preso la parola anche il Presidente uscente, Shimon Peres. In precedenza si erano svolte tre cerimonie separate, alla presenza di altrettanti ministri, nei villaggi di provenienza delle tre giovani vittime, due sedicenni e un diciannovenne. In contemporanea si tenevano preghiere nelle principali sinagoghe all’estero.