ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: fragile tregua verso la fine, leader Ue trattano con Mosca

Lettura in corso:

Ucraina: fragile tregua verso la fine, leader Ue trattano con Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Si tratta ad oltranza con l’approssimarsi dello scadere del cessate il fuoco in Ucraina. Mosca chiede il prolungamento dellla turbolenta tregua, l’Occidente esorta il Cremlino a impegnarsi davvero per convincere i separatisti dell’est a deporre le armi.

La risoluzione della crisi è appesa al filo del telefono con Petro Poroshenko, Vladimir Putin, Angela Merkel e Francois Hollande che cercano – a parole – di imboccare la via della pacificazione.

Nel frattempo, i rifugiati ucraini in Russia hanno superato quota 110.000.

“Se il governo ucraino continuerà con la cosiddetta operazione ‘anti-terrorismo’- dice un sosenitore dei separatisti a Luhansk – il numero dei rifugiati continuerà a crescere”.

A dispetto del cessate il fuoco, gli scontri proseguono praticamente ogni giorno, con le truppe di Kiev e i filorussi si accusano a vicenda di infrangere i patti.

“Tornerò non appena tornerà la pace – spiega un’anziana donna intenta a trasferirsi in Russia – Ho molta voglia di vivere in pace”.

L’obiettivo europeo è fare pressione alla Russia perché metta fine al conflitto in cui finora hanno perso la vita almeno 420 persone. Bruxelles chiede a Mosca che le autorità ucraine riprendano il controllo dei tre posti di frontiera nelle mani dei separatisti.