ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: brivido Olanda, ma va ai quarti. Passa anche Costa Rica ai rigori

Lettura in corso:

The Corner: brivido Olanda, ma va ai quarti. Passa anche Costa Rica ai rigori

Dimensioni di testo Aa Aa

Ben ritrovati a The Corner speciale Coppa del Mondo 2014.

Per un’europea che passa, ce n‘è una che torna a casa. Se l’Olanda continua il suo cammino in Brasile, grazie all’incredibile successo sul Messico, la Grecia è invece costretta a fare le valigie, battuta dalla rivelazione Costa Rica.

L’Olanda spegne i sogni del Messico, Costa Rica vittoriosa ai rigori

La nazionale di Van Gaal vola ai quarti di finale, grazie al successo, colto negli ultimi minuti contro il Messico. Huntelaar firma la rete della vittoria, su rigore, al 94esimo, beffando gli increduli centro americani. El Tricolor era infatti andato in vantaggio al 48esimo con Dos Santos, e fino a 2 minuti dal termine aveva la qualificazione in tasca. Ci ha pensato l’ex interista Sneijder all’88esimo a segnare il gol del pareggio, che avrebbe portato le due squadre ai supplementari. Ma Huntelaar ha spento i sogni dei messicani in anticipo.

L’Olanda affronterà la Costa Rica ai quarti di finale. La vittoria arriva solo ai calci di rigore, dopo l’1-1 ai tempi supplementari, contro la Grecia.
I Ticos aprono le marcature al 52esimo minuto di gioco, con Bryan Ruiz. Gli ellenici pero’ trovano il pari, in superiorità numerica per l’espulsione di Duarte, al primo di recupero, grazie alla rete di Papastathopoulos. Ai supplementari il risultato resta invariato e si va quindi ai rigori, dove la Costa Rica si impone per 5-3. Fatale l’errore di Gekas, decisivo il gol segnato da Umaña.

La Francia parte da favorita con la Nigeria, l’Algeria cerca il successo con la Germania

La Francia, ben lontana da quella del 2010, è pronta ad affrontare la Nigeria, a Brasilia. In palio: un posto tra le migliori otto squadre del mondo. L’Algeria, invece, per la prima volta agli ottavi della rassegna iridata, dovrà superare il muro tedesco.

La Francia ha superato tutte le aspettative nella prima fase della competizione. Nonostante l’assenza del pilastro Ribery, i galletti hanno mostrato un gioco solido, trovando due nette vittorie con Honduras e Svizzera e pareggiando con l’Ecuador, nell’ultimo incontro. Ora i Blues si trovano davanti un altro ostacolo superabile.

La Nigeria infatti ha trovato la qualificazione agli ottavi piu’ che altro per demerito delle avversarie. Una vittoria di misura con la Bosnia Erzegovina e un pareggio a reti inviolate con l’Iran hanno assicurato agli africani il passaggio di turno, indipendentemente dal k.o. con l’Argentina. Le Super Aquile ora vogliono i quarti, mai raggiunti prima.

A Porto Alegre andrà in scena l’altro ottavo in programma questa sera, tra Germania e Algeria. Una sfida non equilibrata sulla carta, visto che i tedeschi partono con tutti i favori del pronostico. L’unica nota negativa della vigilia è l’assenza di Podolski. L’attaccante è alle prese con un problema muscolare e non sarà quindi a disposizione del ct Loew.

L’Algeria è pronta a fare la storia. Dopo aver colto un’inattesa qualificazione, la squadra di Halihodzic vuole ora i quarti. Le volpi del deserto ricordano tra l’altro bene quella sconfitta inferta alla Germania nell’82 e sperano di ripetersi anche questa volta. Le speranze sono racchiuse tutte nei piedi di Slimani, fautore del passaggio agli ottavi.

Pronostici

Eccoci all’appuntamento con i pronostici della redazione sportiva di euronews. Potremmo sbagliarci, ma noi ci proviamo lo stesso. Fatelo anche voi, inviandoci le vostre previsioni sui social networks, usando l’hasthag #TheCornerScores.

Secondo noi i risultati di questa sera non dovrebbero deludere le aspettative. La Francia batterà la Nigeria 3-1, mentre l’Algeria non riuscirà a penetrare la difesa tedesca, subendo 4 gol.

Il morso di Suarez naviga in rete

Continua a tenere banco il ‘caso Suarez’, squalificato dalla Fifa per aver morso Chiellini. Mentre l’attaccante uruguayano dichiara di aver semplicemente perso l’equilibrio, su internet si spreca l’ironia. Vediamone alcuni esilaranti esempi.

Dopo il morso e la conseguente sanzione della Fifa, le parodie sul gesto del fuoriclasse del Liverpool hanno iniziato a spopolare in rete. Soprannominato il ‘cannibale’, Luis Suarez è diventato il protagonista di migliaia di foto ritoccate con photoshop, di vignette umoristiche e anche di giochi ed applicazioni creati ad hoc.

Anche per oggi è tutto. Ci ritroviamo domani, per un’altra tappa del nostro viaggio in Brasile.