ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Digiuno e preghiera, l'Egitto celebra l'inizio del Ramadan

Lettura in corso:

Digiuno e preghiera, l'Egitto celebra l'inizio del Ramadan

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto celebra l’inizio del Ramadan, il mese sacro del digiuno, il nono del calendario musulmano. Al Cairo le tradizionali lampade ‘‘Fanous’‘ (di tradizione fatimide) illuminano i vicoli del centro in un clima di ritrovata serenità e coesione sociale, dopo le elezioni vinte da Abdel-Fattah al-Sisi.

“Speriamo che l’Egitto diventi il Paese migliore al mondo, questo mese segnerà la nascita di una nuova vita per noi. Finite le elezioni, avremo tutto il bene e il meglio,’‘ dice una ragazza. ‘‘Durante il Ramadan, l’Egitto è senza partiti, senza restrizioni e differenze politiche. Sentiamo che è questo il Paese nel quale vogliamo vivere tutto l’anno,” spiega un signore.

Nel Ramadan, ci si astiene dal mangiare e bere durante il giorno, mentre è concesso farlo dopo il tramonto. Si rinuncia, inoltre, al sesso, al fumo e alle attività che interferiscono con la preghiera. Al Cairo si saluta l’arrivo del mese sacro con musiche, luci e canti in un’atmosfera di gioia assente nei tre anni precedenti.

“Gli egiziani considerano il Ramadan come l’inizio di una nuova fase’‘, sottolinea Mohammed Shaikhibrahim, corrispondente di euronews al Cairo,’‘per mettere da parte le differenze e promuovere i valori della tolleranza e dell’amore a livello sociale, sperando in un domani migliore che sappia tirarli fuori dalla crisi economica e politica.”