ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: vertice Ue a Ypres nel centenario della Grande Guerra

Lettura in corso:

Belgio: vertice Ue a Ypres nel centenario della Grande Guerra

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel centinario del primo conflitto mondiale, Ypres riunisce i leader europei.

La città nota per aver dato il nome all’iprite, il gas mostarda, si trovò sulla linea dei combattimenti lungo il Fronte occidentale, dove vi persero la vita 2 milioni di persone.

“Ypres sarà per sempre il simbolo della brutalità della Prima Guerra mondiale – ricorda l’inviato di euronews, Sandor Zsiros – Qui si è combattuto per 4 anni e in questa città, per la prima volta nella storia, degli eserciti usarono le armi chimiche. Questo rese quella guerra ancora più orribile”.

Alla fine del conflitto, di Ypres non restavano che macerie: le campagne intorno furono ridotte a una gigantesca necropoli con circa 170 cimiteri militari.

Il Mercato dei tessuti fu ricostruito per ospitare un museo dedicato al conflitto e oggi ospita i leader dei 28 paesi dell’Unione europea.

“Mi sento triste per quanto accaduto – commenta una studentessa britannica dopo la visita – scioccata”.

“Ti apre gli occhi – aggiunge una sua compagna – Non si può capire senza vederlo”.

La lunga guerra di trincea, con quattro successive battaglie dal 1914 al 1918, innescò, per la prima volta nella storia del Vecchio Continente, quel bisogno di creare l’Europa.

“L’insegnamento principale è l’importanza della leadership – sostiene lo storico, Dominiek Dendooven – Perché se i leader europei nel 1914 avessero dimostrato maggiore autorità e responsabilità, quella guerra poteva essere evitata”.

Cento anni dopo, il Consiglio europeo si trova a ripensare il futuro dell’Unione. Gli obiettivi sono un’intesa sulla crescita e sul nome del presidente della Commissione.