ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: l'esercito in ritirata. Per Baghdad è una scelta tattica

Lettura in corso:

Iraq: l'esercito in ritirata. Per Baghdad è una scelta tattica

Dimensioni di testo Aa Aa

“Le forze irachene stanno attuando una ritirata tattica di fronte alle forze jihadiste che dilagano incontrastate dal nord”. La giustificazione, a fronte di molte città perse, è del generale Qassem Atta, capo di stato maggiore.

In realtà i miliziani dell’Isis, non hanno soltanto mezzi finanziari pressoché illimitati, ma stanno dimostrando una grande capacità tattica, senza dimenticare che approfittano delle spaccature all’interno del fronte avverso. Finora solo a Kirkuk le forze curde riescono ad arginare la marea jihadista.

Fra gli obiettivi di Isis la città di Rutba che ha una posizione strategica poiché si trova sulla strada principale tra Baghdad e la Giordania.

E ai successi strategico-militari i miliziani cercano di affiancare un’opera di propaganda, distribuendo copie del Corano agli angoli delle strade, anche per far capire chi farà la legge nel nuovo Iraq che lo immaginano.