ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ecofin chiude le "falle" fiscali sfruttate dalle multinazionali

Lettura in corso:

L'Ecofin chiude le "falle" fiscali sfruttate dalle multinazionali

Dimensioni di testo Aa Aa

Giro di vite dell’Ecofin contro le pratiche di elusione fiscale delle multinazionali. Il consiglio ha avviato la revisione della direttiva che regola la distribuzione di utili tra filiali e case-madri con sedi in Paesi diversi.

Una norma nata, paradossalmente, con lo scopo di evitare la doppia tassazione. Ma che invece, nel caso dei “prestiti ibridi” (strumenti finanziari a metà tra azioni e titoli di debito) permette una “doppia non tassazione” grazie alle differenze tra i regimi fiscali.

“Questo accordo permetterà la chiusura della discrepanza nei prestiti ibridi”, ha detto il ministro delle finanze greco e presidente di turno Gikas Hardouvelis.

“Ci sono falle che generano importanti perdite nelle entrate dei nostri Paesi. Per cui stiamo facendo un concreto passo avanti nella lotta contro l’elusione fiscale”, aggiunge.

L’altro dossier sul tavolo dei ministri delle Finanze dell’Unione europea era Cipro. Soddisfazione è stata espressa dall’Ecofin per il ciclo di riforme messe in piedi dal governo dell’isola, con il via libera al pagamento della prossima tranche di aiuti da 600 milioni di euro.

Meno entusiasmo per i progressi compiuti dalla Grecia: il capo dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha invitato Atene a rispettare gli impegni presi in termini di riforme in vari settori, tra cui fisco e mercato del lavoro. Pena la mancata erogazione dei prossimi due pagamenti internazionali da 1 miliardo di euro ciascuno.