ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Felipe VI, basta la parola. Il "business reale" dai dolciumi al rammendo

Lettura in corso:

Felipe VI, basta la parola. Il "business reale" dai dolciumi al rammendo

Dimensioni di testo Aa Aa

Protetto dal centinaio di cecchini che sorvegliano una Madrid blindata, il business scatenato dal nuovo re di Spagna procede a gonfie vele.

Il volto di Felipe VI già campeggia su piatti e tazze per la colazione. Per la gioia soprattutto di turisti e anziani, che accorrono per metterselo nella credenza e condividere con lui il primo caffé o addirittura i lavori di rammendo.

“Ho comprato un ditale per il cucito e una tazza con l’effigie della nuova coppia reale – ci rivela una turista tedesca -. Ritengo si tratti di un giorno storico e… non credo che avrò modo di vivere anche un’altra incoronazione!”.

Felipe e Letizia osservano soddisfatti dai poster. Se qualche spagnolo ancora osa dubitare della monarchia, certo è che loro hanno fatto già breccia nel cuore dei negozianti.

“Le vendite stanno andando anche meglio del previsto – dice una di loro -. A dire il vero sono anzi sorpresa, perché stiamo esaurendo diversi articoli”.

A fare acquisti sembra però che siano soprattutto i “turisti per caso”. Contrariamente alle aspettative, il passaggio di consegne non sembra infatti aver scatenato un “turismo da investitura”.

“Prevediamo presenze pari a quelle che di solito si registrano in questo periodo dell’anno – ci dice il presidente dell’Associazione degli Albergatori di Madrid, Antonio Gil Alonso -. La cerimonia d’incoronazione credo che sarà volutamente sobria e questo, già di per sé, potrebbe incidere negativamentesull’affluenza”.

Per chi è già a Madrid non c‘è però che l’imbarazzo della scelta. Oltre a menù tematici nei ristoranti, il nuovo sovrano ha ispirato anche “dolci pensieri” dalle forme e le declinazioni più variegate.

Per non limitarsi ad ammirare Felipe e Letizia, ma gustarli anche con tanto di vaniglia, crema di lamponi e tentacoli di cioccolato.