ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aerei: la rivoluzione della stampa in 3D

Lettura in corso:

Aerei: la rivoluzione della stampa in 3D

Dimensioni di testo Aa Aa

Aerei costruiti con una stampante 3D. Ad Amburgo questa tecnologia è utilizzata per produrre le componenti di metallo dell’intera gamma di Airbus. Il risultato? Aeroplani più leggeri, resistenti e meno costosi. Notevole anche risparmio: il 70% di tempo in meno per costruirli e costi manifatturieri abbattuti dell’80%.

La tecnologia della stampa in 3D ha inaugurato una nuova era, cambiando i paradigmi classici della produzione industriale che viene letteralmente alleggerita, come spiega Peter Sander di Airbus. ‘‘Con una stampa 3D abbiamo la possibilità di integrare diverse componenti in una sola. Si ha una riduzione del peso, ma la cosa più interessante è che si tagliano i costi fino al 30%.”

La stampa in 3D permette di produrre in tre dimensioni oggetti che sono su un file digitale, creato da ingegneri specializzati. La stampante in 3D trasforma i file in parti di plastica o metallo vero e proprio, come titanio e acciaio.

‘‘Il beneficio principale è la riduzione del peso degli aeroplani. Riducendo il peso non solo si riducono i costi, ma migliorano anche i consumi, si risparmiano carburante e soldi. Le entrate generali incrementano ed il velivolo è più efficiente’‘, spiega Curtis Carson, a capo dell’Integrazione di Sistema di Airbus.

Entro il 2016 sono attesi i primi voli commerciali con componenti di metallo in 3D. Due anni dopo, al via la produzione di massa, con 30 tonnellate di parti metalliche stampate ogni mese.