ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: voci contrastanti di fronte al neoesecutivo

Lettura in corso:

Egitto: voci contrastanti di fronte al neoesecutivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono contrastanti i punti di vista nei confronti del neoesecutivo del premier Mahlab. Gli egiziani sperano ovviamente in un miglioramento delle condizioni economiche del Paese, ma molti dubitano del fatto che in questo governo ci siano troppe vecchie facce e che alcuni dicasteri restino sotto il controllo dei militari.

Le autorità sembra però che abbiano imparato a comunicare. Anche la scelta del giuramento alle 7 del mattino viene percepita come propria di un governo del fare.

Il Paese è diviso in due perché c‘è ancora una larga fetta di popolazione che considera questo esecutivo nato da un golpe, ma per i sostenitori del generale al Sisi questo porterà più sicurezza nel Paese.

Si prevede che l’economia egiziana cresca del 3,2% nell’anno fiscale che inizia il primo luglio, al di sotto dei livelli necessari per creare lavoro sufficiente per una popolazione di 86 milioni di abitanti, in rapida crescita, e combattere così la povertà diffusa.

“Ma il giuramento mattutino dovrebbe mostrare che il governo è ansioso di mettersi al lavoro”, afferma il nostro corrispondente. “E far così recuperare agli egiziani il tempo perduto negli ultimi anni”.