ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polonia: una registrazione illegale scatena una bufera politica

Lettura in corso:

Polonia: una registrazione illegale scatena una bufera politica

Dimensioni di testo Aa Aa

Il giornale Wprost ha scatenato una bufera in Polonia. Sabato ha pubblicato la conversazione, registrata un anno fa tra il governatore della Banca Centrale polacca Marek Belka e il Ministro degli Interni Bartlomiej Sienkiewicz. Belka prometteva sostegno al Governo in cambio del licenziamento del Ministro delle Finanze, saltato quattro mesi dopo. Il Premier Donald Tusk:

“In questa situazione stiamo parlando di un tentato colpo di stato. Un tentativo di far cadere il governo con mezzi illegali. Non prenderò decisioni politiche basandomi sulle informazioni disponibili fino a questo momento. Sto cercando di fare chiarezza sul caso e di mantenere la stabilità dello Stato”.

Non è chiaro chi abbia effettuato la registrazione, ma Belka ne ha confermato l’autenticità, pur affermando che il successivo allontanamento del ministro delle Finanze sia stata una casualità. Belka ha anche dichiarato di non aver intenzione di dimettersi forte del sostegno del Premier.