ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: diplomatici turchi rapiti, Ankara minaccia rappresaglia contro Isis

Lettura in corso:

Iraq: diplomatici turchi rapiti, Ankara minaccia rappresaglia contro Isis

Dimensioni di testo Aa Aa

L’avanzata delle forze jihadiste in Iraq coinvolge anche la Turchia.

Il governo di Ankara lavora al rilascio degli 80 connazionali rapiti dai miliziani che pretenderebbero un riscatto di 5 milioni di dollari. 49 ostaggi sono stati catturati nel consolato di Mosul, compreso il console, mentre non è confermato che i 31 camionisti siano finiti nelle mani di un altro gruppo.

Gli Stati Uniti hanno evacuato la base di Balad che ospitava anche 25 dipendenti del produttore d’armi Lockheed Martin.

“Non sono pervenute cattive negative sul loro stato di salute – dice il ministro degliEsteri turco, Ahmet Davutoglu – Continuiamo a negoziare, stiamo facendo ogni sforzo possibile”.

Il governo di Recep Tayyp Erdogan minaccia una durissima rappresaglia e chiede una riunione d’emergenza della Nato per affrontare la situazione della sicurezza in Iraq. Il segretario generale, Anders Fogh Rasmussen, non vede “alcun ruolo” dell’Alleanza atlantica in Iraq.