ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fondi europei per le PMI, un esempio di successo a Praga

Lettura in corso:

Fondi europei per le PMI, un esempio di successo a Praga

Dimensioni di testo Aa Aa

In questa puntata di Business Planet, presentata da Serge Rombi, da Praga (Repubblica Ceca) vediamo come i fondi europei destinati alle PMI permettono loro di innovare e di svilupparsi.

Cinque anni fa Step Trutnov, azienda specializzata nella fabbricazione di recipienti in pressione, ha deciso di diversificare le sue attività.

Ha preparato un progetto e ha ottenuto una sovvenzione dal Fondo europeo di sviluppo regionale. Circa 900.000 € in tutto, che le hanno permesso di ideare e commercializzare un tipo unico al mondo di caldaia a biomasse.

“Siamo gli unici in grado di bruciare le balle di paglia intere, senza tagliarle” spiega Klára Pavlícková. “Ciò permette di risparmiare fino a 157 kw/ora di elettricità. Questa è la chiave della nostra competitività.”

Questa PMI ceca ha quindi rilanciato la sua attività nel settore delle eco-energie. La sovvenzione ottenuta le ha permesso di finanziare il suo settore Ricerca e Sviluppo e di formare il suo personale a queste nuove attività.

Infine, la diversificazione le ha aperto la strada a nuovi mercati, soprattutto all’estero. E, cosa molto importante, ha preservato posti di lavoro in una regione molto colpita dalla crisi.

“Nel 2009 eravamo 46 dipendenti, oggi siamo 51” osserva Klára Pavlícková. “L’aumento può sembrare poco significativo, ma siamo una delle poche aziende della zona ad essere sopravvissute alla crisi nel 2009.”

In base a quali criteri sono attribuiti questi fondi europei per le PMI? Come fare per beneficiarne?

I finanziamenti ricevuti da questa azienda ceca provengono dagli investimenti europei della cosiddetta “politica di coesione”.

Tra il 2007 e il 2013 sono stati investiti circa 70 miliardi di euro, 70 mila start-up sono state sostenute, 250 mila posti di lavoro sono stati creati nelle PMI.

Concretamente, questa politica si traduce in sovvenzioni, prestiti e garanzie bancarie,che vengono accordati agli imprenditori in base a determinati criteri.

“Devono avere uno storico come imprenditori” precisa Jan Novotný, vicepresidente della Camera di Commercio ceca, “devono operare in un settore sostenuto dall’Unione europea, avere un buon business plan e definire chiaramente i propri obiettivi.”

Se siete imprenditori e volete accedere a questi fondi europei, sappiate che potete rivolgervi a punti di contatto nel vostro paese o nella vostra regione, per esempio tramite le Camere di Commercio.

“Forniamo informazioni e consulenze ai nostri membri, ma anche a tutti gli altri imprenditori, sulle opportunità dei fondi strutturali europei” assicura Jan Novotný. Inoltre accompagniamo gli imprenditori, affinché non si sentano persi durante l’iter.”

“Per me, la chiave del successo è possedere la tecnologia, il prodotto e i fondi per innovare e investire” sostiene Klára Pavlícková. “E avere le competenze per sviluppare la nostra tecnologia unica.”