ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia. A un anno da chiusura tv pubblica uno sciopero ad Atene

Lettura in corso:

Grecia. A un anno da chiusura tv pubblica uno sciopero ad Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

A un anno dall’improvvisa e unilaterale chiusura della televisione pubblica in Grecia uno sciopero dei mezzi di comunicazione ribadisce l’opposizione alla misura allora presa dal governo di Atene. Negli edifici che erano quelli della tv di Stato ellenica lavorano oggi i dipendenti di Nerit, Nuova Radio, Web, Tv ellenica. Sull’altro lato della strada gli ex dipendenti pubblici continuano le trasmissioni indipendenti.

“Quel che rimane a un anno dalla chiusura della Ert è la richiesta, non soltanto da parte di noi lavoratori ma da parte della gente, di un’informazione libera e neutrale” dice una manifestante.

La maggior parte degli ex dipendenti della Ert sono ancora disoccupati. La decisione del governo di Antonis Samaras aveva causato un’ondata di proteste e messo a rischio la tenuta della coalizione.

“Siamo fieri di aver deciso di lottare contro la chiusura dell’11 giugno. Un anno dopo siamo ancora qui, andiamo avanti. E anzi siamo convinti di aver indicato un cammino alternativo” afferma uno degli ex impiegati della Ert.

Oggi i dipendenti della nuova tv greca continuano a lavorare con contratti di due mesi. È stato indetto un concorso pubblico, ma i vincitori attendono ancora di essere assunti. La cosiddetta “Open Ert” trasmette via internet oltre ad andare in onda via tv in alcune aree rurali del Paese.

La nostra corrispondente Nikoleta Drougka: “L’edificio della vecchia tv Ert è lo stesso da cui trasmette oggi Nerit. Proprio dall’altra parte della strada, in un piccolo ufficio, c‘è l’autogestita Ert libera. Questa separazione tra i lavoratori è forse la conseguenza più grave della chiusura tanto brusca della Ert”.