ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: turchi sequestrati a Mossul, Ankara minaccia ritorsioni

Lettura in corso:

Iraq: turchi sequestrati a Mossul, Ankara minaccia ritorsioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Ankara minaccia ritorsioni nei confronti dei sequestratori di un’ottantina di turchi a Mossul. Quarantonove persone sono state prese in ostaggio nel consolato turco, tra le quali il console, membri del personale, soldati delle forze speciali e tre bambini. Martedì era stata la volta di 31 camionisti turchi. Il primo ministro Erdogan ha presiuduto una riunione di emergenza e si è intrattenuto al telefono con il vice-presidente statunitense Joe Biden.

“Ora la cosa più importante è il ritorno del nostro personale e delle loro famiglie in Turchia in piena sicurezza e in buone condizioni”, afferma il ministro degli Esteri turco Davotoglu. “In Siria, in Iraq e in qualsiasi altro posto al mondo, coloro che mettono a repentaglio la vita dei nostri connazionali avranno la risposta adeguata, un’azione di ritorsione. Nessuno deve cercare di mettere alla prova la determinazione e le capacità dei turchi”.

Su richiesta di Ankara, si è svolta una riunione informativa di emergenza degli ambasciatori della Nato a Bruxelles.