ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna, scatto del numero di occupati

Lettura in corso:

Gran Bretagna, scatto del numero di occupati

Dimensioni di testo Aa Aa

La ripresa britannica mette il turbo con i dati del mercato del lavoro. Nel triennio chiuso ad aprile il numero di occupati è cresciuto di 345mila unità.

Si tratta dell’aumento più marcato dall’inizio delle rilevazioni nel 1971 e, secondo l’Ufficio di statistica, non è imputabile all’aumento di coloro che decidono di lavorare in proprio, bensì alle aziende.

Musica nelle orecchie del governo di David Cameron, che al contempo festeggia un calo della disoccupazione al 6,6%, ai minimi da inizio 2009.

Rimane il nodo del costo della vita, cavallo di battaglia dell’opposizione laburista a causa di un aumento degli stipendi che da mesi fatica a superare l’inflazione.

Non è un caso che la Banca d’Inghilterra rivisto gli orientamenti di politica monetaria: se prima il futuro rialzo dei tassi d’interesse era legato al solo tasso di disoccupazione, adesso vengono prese in considerazione altre variabili.

Secondo il comitato direttivo nell’economia rimane ancora della capacità inespressa, motivo per cui – per ora – una stretta nelle redini non è prevista prima di metà 2015.