ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia-Ucraina: stallo nei negoziati sulla crisi del gas

Lettura in corso:

Russia-Ucraina: stallo nei negoziati sulla crisi del gas

Dimensioni di testo Aa Aa

I negoziati per sbloccare la crisi del gas tra Russia e Ucraina sono a un punto morto. Diverse ore di incontro a Bruxelles tra i delegati di Mosca e Kiev, con la mediazione del Commissario Europeo all’Energia Gunther Oettinger, non sono bastate a trovare l’intesa tra due posizioni che restano irremovibili.

Gazprom, il gigante del gas russo, esige il pagamento degli arretrati a partire dal consumo del 2013 e dei primi mesi di quest’anno per un totale di 3,5 miliardi di dollari. Al conto, già molto salato per uno Stato indebitato e in crisi come l’Ucraina, s’aggiunge il pagamento delle forniture per il 2015 che d’ora in avanti Mosca richiederà anticipatamente.

Il punto su cui le parti non cedono è il prezzo del gas al metro cubo: 268 dollari per 1.000 metri cubi è il prezzo pagato fino ad aprile e che Kiev chiede di mantenere. Mosca fa invece il proprio calcolo sulla base della nuova tariffa: 485 dollari.