ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bouygues, offerta "low-cost" da parte di Free

Lettura in corso:

Bouygues, offerta "low-cost" da parte di Free

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre al danno, la beffa. Dopo aver sofferto lo sbarco di Free sul mercato francese, Bouygues, attualmente in vendita, si è vista recapitare dall’operatore low-cost guidato da Xavier Niel un’offerta altrettanto al ribasso.

Da 4 a 5 miliardi di euro, dicono i bene informati, a fronte di una richiesta dei suoi vertici che si aggira intorno ai 7-8 miliardi.

Il terzo operatore di Francia, dopo aver perso la corsa all’acquisto di SFR, appare come la principale vittima della guerra dei prezzi scatenata nel 2012 dall’arrivo di Free.

Vittima e, soprattutto, preda: il governo stesso, preoccupato per l’impatto del conflitto su posti di lavoro e investimenti in rete, è a favore di manovre di consolidamento che portino a 3 il numero di operatori.

Ma chi comprerà chi? Fino ad oggi per Bouygues l’ipotesi più probabile sembrava quella di un avvicinamento al leader di mercato Orange, attraverso un’alleanza o (idea meno gradita all’antitrust) una fusione.