ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le squadre europee ai Mondiali

Lettura in corso:

Le squadre europee ai Mondiali

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre mancano pochi giorni ai Mondiali, in “The Corner“diamo uno sguardo alle squadre europee, protagoniste di questo grande evento calcistico.

- La Spagna punta alla doppietta, l’Olanda al primo Mondiale

La Coppa del Mondo prenderà il via il 12 giugno e il giorno dopo il match di apertura, ci sarà una partita simile a una finale anticipata. Infatti il 13 giugno nel girone B si affrontano le finaliste dell’ultimo Mondiale, Spagna e Olanda.

Il numero magico per la Spagna è il 4. Campione del mondo in carica e degli ultimi due europei, la Roja di Vicente del Bosque è arrivata in Brasile con tutti i giocatori in buone condizioni fisiche, come ha assicurato l’allenatore. Diego Costa ha recuperato completamente da una lesione e sarà in campo accanto a David Villa il 13. Quest’ultimo ha dimostrato ancora di essere in ottima forma segnando due gol nell’amichevole contro El Salvador.

Dall’altro lato c‘è l’ultimo avversario del precedente Mondiale: l’Olanda ha sete di rivincita e la speranza di essere incoronata per la prima volta campione del mondo, dopo tre secondi posti. Il Ct Louis Van Gaal può contare sul recupero di Sneijeder, che come altri giocatori esperti, Van Persie, Robben, Huntelaar, potrebbe vivere l’ultima occasione per centrare la gloriosa vittoria che manca.

- Italia e Germania, squadre dalla lunga tradizione

La Germania è la favorita del gruppo G assieme al Portogallo. Entrambi possiedono capacità tecniche e fisiche, abilità nell’andare in rete e ricchezza di opzioni offensive. Gli Azzurri non sono proprio tra i favoriti in Brasile, ma non dobbiamo dimenticare la forte tradizione italiana in Coppa del Mondo.

L’Italia, quattro volte iridata, cerca il cambiamento. Con il nuovo ct Cesare Prandelli, gli azzurri dovranno far dimenticare la deludente esclusione al primo turno di Sudafrica 2010. “Dobbiamo osare”, è l’esortazione di Prandelli che è soddisfatto dell’amichevole disputata in Brasile contro la Fluminense vinta per 5 a 3, con gli exploit di Insigne e Immobile. Prima sfida il 14 giugno con l’Inghilterra.

La Germania, con tre stelline sulla maglietta, ha un girone facile: se si esclude il Portogallo, restano Ghana e Stati Uniti. Niente Mondiale per l’attaccante della Fiorentina Mario Gomez e abbandono all’ultimo momento di Marco Reus. Il portiere Neuer è in Brasile, ma ancora con un problema alla spalla.

- La Francia in ripresa, l’Inghilterra aspetta l’Italia

Tragedia o vittoria, l’avventura della Francia in Coppa del mondo negli ultimi 20 anni non conosce mezzi termini. I bleus hanno fatto sempre l’opposto di quanto ci si aspettava. Quando l’Inghilterra si è assicurata il biglietto per il Brasile, si è pensato che avrebbe fatto meglio che nel 2010.

Una vittoria schiacciante, 8 a 0 in amichevole contro la Giamaica: la Francia, Paese ospite del prossimo europeo, mostra di essere pronta al Mondiale, dopo la brutta esperienza del 2010. Senza Ribery, il tecnico Didier Deschamps punta sul tridente Benzema, Giroud, Valbuena. Primo incontro nel girone l’Honduras, che in amichevole non ha permesso all’Inghilterra di segnare.

Quest’ultima parte dunque un po’ delusa, per il pareggio con la squadra centramericana. I Tre Leoni hanno vinto un solo Mondiale, nel lontano 1966. Roy Hodgson schiera i veterani Gerrard e Lampard, ma anche giovani calciatori come Oxlade-Chamberlain e Wilshere.

- Il Portogallo alla ricerca della prima gloria

Fermo per una tendinite, Cristiano Ronaldo è tornato ad allenarsi con il Portogallo e quindi potrebbe essere presente per il match del 16 giugno contro la Germania. La Croazia, alla quarta partecipazione, inaugura il Mondiale nella sfida del 12 contro il Brasile. Guidata da Fabio Capello, la Russia torna a competere nella Coppa del Mondo dopo 12 anni.

La Grecia vi partecipa per la terza volta, la Svizzera potrebbe avere il ruolo di outsider con una nazionale mai così forte, l’ottava del ranking mondiale FIFA. La Bosnia Erzegovina esordisce in Coppa del Mondo. Assente dal mondiale dal 2002 anche il Belgio, alla dodicesima partecipazione.

“The Corner” tornerà per fare il punto della situazione durante la Coppa del Mondo.