ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Bashar al-Assad, al potere da quattordici anni

Lettura in corso:

Siria: Bashar al-Assad, al potere da quattordici anni

Dimensioni di testo Aa Aa

La ri-candidatura di Bashar al-Assad per la Presidenza della Siria rappresenta, dicono, un duro colpo alle speranze di negoziato, che partivano dalla base del ritiro del leader attuale.

È al potere dal 2000, dopo la morte del padre, Hafez al-Assad, che aveva governato la Siria per una trentina d’anni.

E ne aveva 34, di anni, l’oftalmologo Bashar, quando occupò la poltrona presidenziale. Era stato richiamato sei anni prima in patria dal Regno Unito, dove studiava: l’erede designato, il fratello maggiore, era morto in un incidente stradale.

Il giovane Bashar passò quindi di promozione in promozione nell’esercitò e moltiplicò gli incontri istituzionali, soprattutto nell’ambito delle alleanze tradizionali, Iran e Russia in primis, rivelatisi poi appoggi fondamentali per bloccare le ipotesi di intervento internazionale in Siria. Nell’ambito di una crisi che, dicono, è stata aggravata anche dalla fiducia riposta da Assad nel suo esercito.