ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: altri quattro arresti per Farzana, marito minaccia suicidio

Lettura in corso:

Pakistan: altri quattro arresti per Farzana, marito minaccia suicidio

Dimensioni di testo Aa Aa

Forse un giorno Farzana otterrà giustizia: la polizia ha arrestato altre quattro persone che avevano partecipato alla lapidazione a Lahore della 25enne colpevole di aver sposato l’uomo che forse amava e non quello imposto dalla famiglia. Oltre al padre della ragazza lapidata sono quindi finiti in cella uno zio, due cugini e un autista.

Il marito, nonché padre del nascituro che la ragazza portava in grembo, dice che la polizia è rimasta immobile, mentre la famiglia lapidava la ragazza. E ora chiede giustizia:

“Non ho avuto giustizia per l’assassinio di mio figlio non ancora nato e di mia moglie, mi immolerò nello stesso posto in cui sono stati uccisi e me ne andrò da questo mondo”, dice il quarantacinquenne contadino che ha nel frattempo ammesso di aver ucciso la prima moglie, strangolandola, perché gli impediva di incontrare la giovane Farzana di cui si era innamorato.

E si scopre intanto che anche nella famiglia di Farzana c‘è già un altro omicidio: quello della sorella, avvelenata tre anni fa, sempre per quello che si ostinano a chiamare onore.

Ora l’opinione pubblica pakistana è scossa, il governo ha incaricato una squadra speciale della polizia e l’Alta Corte di giustizia, e ha chiesto provvedimenti rapidi e incisivi.