ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste in Polonia ai funerali di Jaruzelski

Lettura in corso:

Proteste in Polonia ai funerali di Jaruzelski

Dimensioni di testo Aa Aa

Contestazione in Polonia ai funerali di Wojchiech Jaruzelski. Decine di manifestanti gridano “traditore” nell’ultimo saluto all’ultimo leader comunista

Hanno gridato “vergogna”, accusando l’ultimo leader comunista polacco di essere un “Traditore”. A Varsavia decine di dimostranti hanno manifestato il loro dissenso ai funerali di Wojchiech Jaruzelski, morto di tumore domenica all’età di novant’anni.

Alla cerimonia erano presenti i parenti. C’erano anche l’attuale ed ex presidenti a rendere omaggio a colui che ancora oggi divide l’opinione pubblica.

“Oggi diciamo addio al politico che nel momento più difficile si è accollato la responsabilità di uno stato in crisi – ha detto l’ex presidente Aleksander Kwasniewski – e che con sincera convinzione ha scelto il male minore proteggendoci da un intervento straniero o da uno scontro fratricida”.

Fu il generale a indire nel 1989 le prime elezioni parzialmente libere per la Polonia.

In molti, però, non hanno mai digerito il pugno di ferro usato contro Solidarnosc – il primo sindacato libero del blocco sovietico – che Jaroselski aveva sempre difeso come unico modo per salvare il Paese da una pericolosa invasione sovietica.